Arietta G25

Il window manager FVWM su Arietta G25 + Arietta XTERM.

Arietta Xterm + Arietta G25 si divertono con X11 e FVWM.

Non poteva mancare una pagina dedicata a questo capolavoro di Acmesystems! ed ai più curiosi anticipo già da subito che in fondo alla pagina c'è il link per accedere ad un webserver che gira proprio su Arietta G25.

Nell'immagine a fianco vediamo girare X11 ed FVWM su Arietta G25 montata sul retro del display (Arietta Xterm) ad essa dedicato.
Di certo questo modulo non nasce per essere utilizzato come workstation grafica ma piuttosto per IoT e per le applicazioni embedded.

Il supporto da parte del produttore è a dir poco eccezionale.

Non sarà difficile riuscire a compilare un Kernel personalizzato per le nostre esigenze ne tanto meno creare una "distribuzione" ad hoc per le nostre necessità.

Attualmente sto sperimentando sulla versione equipaggiata con 256 MByte di DDR2 Ram.

Ho cross compilato su Ubuntu un kernel monolitico che ho cercato di spogliare di tutto ciò non mi fosse strettamente necessario. La versione è la 4.2.6.

Sono stati inclusi tutti i driver per l' hardware utilizzato, si veda sotto, e per le GPIO in userspace.

Kernel 4.2.6 config file

 

Il file system è stato creato con Multistrap e, successivamente, attraverso Qemu è stato possibile configurare i vari pacchetti ed affinare il sistema ancor prima di riversare il tutto sulla microSD. (Si faccia riferimento ai tutorials sul sito del produttore!)

Il Device tree è stato configurato per il seguente hardware:

HTU21D sensore di umidità e temperatura (I2C0), DS18B20 sensore di temperatura (1 Wire), linea seriale con controllo di flusso hardware (USART1), XTERM (SPI) con touch screen(ADC), ed il led on board che segnala l'attività di MMC0.

acme-arietta.dts

Collegamenti hardware

 

L'xterm di arietta g25 mostra l'esito del comando ping verso binaryexperiences.it

Arietta G25 pinga binaryexperiences.it

Giusto per poter maneggiare più comodamente il tutto ho fatto ricorso ad una millefori formato europa.
Certo, capisco che dopo lo sforzo di miniaturizzazione che sta dietro alla G25, utilizzare una scheda formato europa sia quantomeno discutibile ma in questo stadio ho preferito la comodità alla miniaturizzazione! 🙂

 

Il modulo WI-FI montato su arietta G25.

Arietta G25 sormontata dal modulo WI-FI.

Sulla scheda sono alloggiati, oltre ad Arietta ed Arietta Xterm, anche i 2 sensori di temperatura sopra menzionati, un convertitore di livello per la seriale (max3232), un Relè collegato ad una gpio, l'antenna del wifi e la batteria per l'RTC.

Essendo una scheda di sperimentazione ho cercato di utilizzare la dove possibile connettori in luogo di collegamenti stabili in modo da poter "smanettare" senza dover far ricorso alla fida Weller WMD 1S.

Il collegamento alla rete è garantito dal modulino wi-fi basato su RaLink RT5370N.
Trattasi di un convertitore da USB 2.0 a 802.11 b/g/n Wi-Fi collegato alla USB B della schedina.

HTU21D su bis I2C.

Il sensore di umidità e temperatura HTU21D su bus I2C.

La USB C di Arietta è comodamente veicolata dall' XTERM ad un connettore host molto comodo ad esempio per l'utilizzo di memorie di massa o tastiera/mouse.

 

La USB A è accessibile su Arietta come porta micro usb e si può utilizzare come connettore di alimentazione nel caso si voglia alimentare la scheda a 5V.
Personalmente ho preferito far giungere l'alimentazione direttamente al pin 1 del connettore principale (40 pins).
Alla USB A è attualmente collegata la webcam Microsoft Lifecam HD3000.

 

L'xterm di arietta g25 vicino alla webcam connessa alla porta USB.

Arietta G25 e la webcam Microsoft Lifecam HD3000

Al momento Arietta è online, dietro al router casalingo che la scopre al web sulla porta 80.

Ho installato wordpress, e creato una paginetta che da accesso anche ad un paio di cgi-bin per avere qualche informazione sul sistema.

Il link per visitarla è qui sotto ma si tenga presente la lentezza di una Adsl in upload! 😉

Arietta G25 montata sulla scheda europa

Un'immagine di insieme del pastrocchio sperimentale. Arietta G25 ed il resto dell'hardware.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *